Carpe Commune

Come scegliere l’esca giusta per la carpa?

La carpa es un pez excavador; le gusta encontrar alimento en el fondo. Descubre aquí qué cebos proponerle para competir con su alimento natural.
 

Boiles

La boile è l’esca che ha rivoluzionato il carp-fishing. È fatta di un mix di farine amalgamate con un tuorlo d’uovo. Si formano delle palline di 20mm prima di immergerle nell’acqua di cottura per farle bollire (da cui, il nome).
La maggior parte delle boiles è affondante. La forma rotonda le differenzia dalle altre esche. Ne esistono di tutti i gusti, di tutti i colori e di tutte le dimensioni. Sono realizzate con un mix di più prodotti (farina di grano, farina di pesce, ecc.). Queste esche sono molto utilizzate in Europa per via della grande efficacia offerta, soprattutto negli specchi d’acqua chiusi in cui le carpe le preferiscono a qualsiasi altra esca. 
 
Galleggianti (pop-up): queste esche di forma rotonda sono anche galleggianti, il che si rivela molto utile con le carpe spesso curiose.  Un altro vantaggio, ma non per questo meno importante, è che, in presenza di fondi fangosi, questo tipo di esca galleggerà conservando la sua efficacia. Ovviamente, le galleggianti si utilizzano esclusivamente innescate su un montaggio. 

 

 

Pellet:

I pellet sono granuli di farina compressa utilizzati principalmente per pasturare. Sono esche indicate nelle pesche veloci.  Si dissolvono, diffondendosi, velocemente in acqua. La velocità di dissoluzione obbliga a utilizzarne di più, più spesso.  I pellet sono più indicati per le pesche di breve durata. 

Ne esistono di tutte le taglie, preforati o meno: a te la scelta di taglia e colore più indicati.  

Tableta para pesca al coup GOOSTER TABLETA FISHBERRY RING 8 mm

Granaglie:

Le granaglie rientrano tra le esche più polivalenti. Sono disponibili diversi tipi adatti al carp-fishing.  Ne seguono alcuni:
 

Lupino

Il lupino è una granaglia polivalente e abbastanza grande per selezionare le carpe.
 

Noce tigrata:

Questa granaglia ha il vantaggio di essere croccante. Essendo curiose, le carpe saranno attratte dalla vista di un altra carpa che mangia. 
 

Mais:

si tratta di un’esca molto polivalente, e molto efficace sulla maggior parte dei pesci bianchi, tra cui le carpe. 
 
Attenzione! Non per il fatto che le granaglie sono naturali, bisogna trascurarne la preparazione. La qualità della preparazione ne condizionerà il potere adescante e quindi i risultati ottenuti.  Non esitare ad aggiungere zucchero alla cottura per stuzzicare l’appetito delle carpe. 
 

#Consiglio Caperlan:

Le granaglie offrono il vantaggio di tenere a lungo le carpe su una zona abbastanza larga senza saziarle, il che consente di ricevere più contatti senza rovinarsi!

 

 

Esche naturali:

Vermi e larve sono le esche naturali più diffuse.  Sono ricchi di proteine e molto efficaci.  Da privilegiare sugli specchi d’acqua in cui non si ha il tempo di creare dipendenza dalle esche sintetiche. Il principale svantaggio è di non poter selezionare la specie di pesce che abboccherà.
 
Una buona strategia di pasturazione consiste nel miscelare l’80% di granaglie con il 20% di boiles. Sul capello, si aggiungerà anche una boiles con una o due granaglie: questo tipo di montaggio si chiama “imbroglione”.
 
Adesso conosci le principali esche destinate al carp-fishing.  Ti resterà da scegliere quella più adatta allo spot di pesca e alla taglia del pesce ambito. 
HAUT DE PAGE