Preparare bene la stagione di pesca

L’anno nuovo annuncia anche l’inizio della nuova stagione di pesca.  Scopri come ottimizzare le probabilità di catturare pesci evitando brutte sorprese.
Organizza bene tutti gli accessori delle valigette da pesca prima di verificarne lo stato.
 
MONTAGE
 

Fili

Il filo è l’elemento che collega il pesce al pescatore. È di cruciale importanza verificarne regolarmente lo  stato. L’inizio dell’anno nuovo è una buona occasione per farlo.
 

Nylon:

Dopo un uso ripetuto, i nylon possono dare segni di “stanchezza”. Bisognerà verificarli accuratamente per comprenderne lo stato.
 
1: il filo si attorciglia
Se, quando svolgi il filo senza applicare tensione, si attorciglia in modo anomalo formando nodi molto stretti, probabilmente è perché ha memoria.  Il filo si è attorcigliato e ha preso la forma dell’avvolgimento intorno alla bobina.  Non è grave. Il filo non ha perso le proprietà di resistenza, ma può comportare qualche fastidio. Il rischio di attorcigliamenti al lancio è più importante, perché nei lanci la lenza avrà tendenza ad aggrovigliarsi.  Se non presti attenzione, rischierà inoltre di  avvolgersi intorno al cimino rompendosi.
 
2: il filo è degradato
Bisognerà verificare che non sia pinzato o rugoso per l’intera lunghezza. Un filo pinzato perde resistenza e può rompersi in caso di lanci appoggiati o di forte tensione (durante il combattimento con un bell’esemplare, per esempio). Devi inoltre verificare che la superficie del filo sia liscia.  Se non è così, vuol dire che ha sicuramente sfregato contro un ramo o dei rovi perdendo parte del rivestimento superficiale. Anche in questo caso sarà meno resistente all’uso. Cambierai automaticamente il pezzo usato.
 
Fil Pincé
 

Trecce:

Anche le trecce richiedono un’attenzione tutta particolare.  Il pessimo stato di una treccia può compromettere l’azione di pesca.
 
1: Nodi
 Per verificare l’assenza di nodi, bisogna controllare la lenza nella sua interezza. È molto frequente che la presenza di un nodo sulla lenza comporti degli attorcigliamenti. In presenza di un nodo, spesso, non ci sarà altra scelta che tagliare il filo.
 
2: lo stato della fibra
Il principale indicatore dello stato della treccia è lo stato della fibra. Se la fibra sfilaccia o l’intreccio non è più costante, la treccia è degradata e ha perso le proprietà di resistenza e scorrimento. In questo caso, bisognerà inoltre tagliare la parte di filo rovinata.
Tuttavia, è difficile gettare una treccia molto lunga per via del prezzo. Ma sappi che in questi 2 casi, avrai inesorabilmente problemi!
 
 
Fibre abimée
 
In ogni caso, dovrai verificare di avere abbastanza filo sulla bobina, che dovrà essere ben riempita per ottimizzare i lanci.
 
 

Ami:

Che siano montati, non montati, tripli o semplici, gli ami hanno spesso bisogno di “una rinfrescata” per ritrovare l’efficacia e una pungigliosità eccellente.
 

1: Ruggine e ossidazione

Se osservi tracce di ossidazione o di ruggine sugli ami, dovrai agire di conseguenza.  Più si aspetta e più l’amo si degraderà.
 
#Consiglio Caperlan:
Al fine di rimuovere la ruggine in profondità, immergi gli ami in un bicchiere di Coca per qualche ora. Dopodiché, rimuovili e lavali con acqua e sapone per eliminare le tracce di zucchero. Risciacquali sotto l’acqua corrente e quindi asciugali.
 

2: Pungigliosità

Una buona pungigliosità significa perdere meno pesci durante la fase di recupero. Ti consigliamo di verificare a fondo la pungigliosità degli ami, di affilarli regolarmente o di sostituirli se non più efficaci. In caso di dubbi, sostituisci l’amo.
 
 

Indumenti

Il comfort di pesca è sempre  estremamente importante per un’azione di pesca più performante. L’impermeabilità  dei wader, della giacca o dei pantaloni di pesca è essenziale.
Per verificare che siano impermeabili, immergi i wader in una bacinella di acqua e controlla che non fuoriescano bolle d’aria. Se, invece, è così, nella maggior parte dei casi potrai ripararli con l’apposito kit.
 
 
Veste
 
La giacca e i pantaloni da pesca avranno sicuramente perso l’idrorepellenza originale. Per ritrovarla, lavali in lavatrice a 30°C. Seleziona un risciacquo abbondante e una centrifuga delicata. Lasciali asciugare preferibilmente appesi a un filo. Utilizza di tanto in tanto l’asciugabiancheria – a una temperatura e per una durata minima – al fine di migliorarne l’idrorepellenza.  Per aumentare la qualità e la durata dell’idrorepellenza, puoi utilizzare uno spray ravvivante.
 

Mulinello

 
 
 
 

Canna da pesca

 

HAUT DE PAGE